Benvenuti nel Portale Amministrazione Trasparente

 

Obiettivi della trasparenza:
  • realizzare forme di “controllo sociale”;
  • attuare i principi di eguaglianza, imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell’utilizzo delle risorse pubbliche;
  • migliorare le performance delle pubbliche amministrazioni;
  • prevenire fenomeni di corruzione.
I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e D.lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.
In questo portale saranno pubblicati, raggruppati secondo le indicazioni di legge, documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione dell’amministrazione, le sue attività e le relative modalità di realizzazione. ( Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33 – Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni – pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 80 in data 05/04/2013 – in vigore dal 20/04/2013).

Tipologie di procedimento

Numero accessi: 79 (2024)


Riferimenti normativi


Dlgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 35 Comma 1,2

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi e ai controlli sulle dichiarazioni sostitutive e l'acquisizione d'ufficio dei dati

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza. Per ciascuna tipologia di procedimento sono pubblicate le seguenti informazioni:
a) una breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili;
b) l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria;
c) l'ufficio del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale, nonchè, ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio, unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale;
d) per i procedimenti ad istanza di parte, gli atti e i documenti da allegare all'istanza e la modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni, anche se la produzione a corredo dell'istanza è prevista da norme di legge, regolamenti o atti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, nonchè gli uffici ai quali rivolgersi per informazioni, gli orari e le modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale, a cui presentare le istanze;
e) le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino;
f) il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante;
g) i procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato, ovvero il procedimento puo' concludersi con il silenzio assenso dell'amministrazione;
h) gli strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli;
i) il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione;
l) le modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con le informazioni di cui all'articolo 36;
m) il nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè le modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale;

2. Le pubbliche amministrazioni non possono richiedere l'uso di moduli e formulari che non siano stati pubblicati; in caso di omessa pubblicazione, i relativi procedimenti possono essere avviati anche in assenza dei suddetti moduli o formulari. L'amministrazione non può  respingere l'istanza adducendo il mancato utilizzo dei moduli o formulari o la mancata produzione di tali atti o documenti, e deve invitare l'istante a integrare la documentazione in un termine congruo. 

Matrimonio


Tipo documento

Procedimento

Responsabile procedimento

Ditano Eugenia - Pinto Vito - Tedesco Isabella

Uffici responsabili

Ufficio Stato Civile

Chi contattare

Ufficio Stato Civile

Telefono

080/4394252- 080/4394253

Indirizzo email

statocivile@comune.fasano.br.it

Conclusione tramite silenzio assenso

No

Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato

Si


Il matrimonio produce molteplici e rilevanti effetti nel campo sia personale che patrimoniale.
Esso, in particolare, instaura tra i coniugi tutte quelle relazioni che sono riassunte nello Status di persona coniugata. Ma la sua efficacia non è limitata al solo rapporto tra i coniugi medesimi.

Prima di sposarsi occorre richiedere le "Pubblicazioni".

Le pubblicazioni di matrimonio devono essere esposte all’albo per otto giorni consecutivi e restare depositate per tre giorni. Trascorsi i tre giorni viene rilasciato il certificato di eseguite pubblicazioni.

Si richiedono presentandosi personalmente all'ufficio di stato civile del Comune in cui risiede almeno uno dei due futuri sposi. Sarà direttamente l'ufficio a richiedere i documenti necessari per entrambi e, quindi, anche per il non residente. Se gli sposi sono residenti in due comuni diversi, l'avviso viene pubblicato in tutte e due le città. Il Matrimonio può essere celebrato entro 180 giorni. I cittadini minori di 16 anni non possono unirsi in matrimonio.

Requisiti

Possono sposarsi con matrimonio civile:
- i cittadini maggiorenni che hanno lo stato libero, cioè che non sono legati da un precedente matrimonio, e che non sono legati da vincoli di parentela, affinità, di adozione e affiliazione nei gradi stabiliti dal Codice Civile;
- i cittadini già coniugati che hanno ottenuto la cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio;
- i cittadini tra i 16 ed i 18 anni che hanno ottenuto l’autorizzazione del Tribunale dei minori.

Possono sposarsi con matrimonio religioso:
- i cittadini maggiorenni che hanno lo stato libero, cioè che non sono legati da un precedente matrimonio, e che non sono legati da vincoli di parentela, di affinità, di adozione e affiliazione nei gradi stabiliti dal Codice Civile;
- i cittadini già coniugati con cerimonia religiosa che hanno ottenuto l’annullamento del precedente matrimonio;
- i cittadini che precedentemente hanno contratto solo il matrimonio civile;
- i cittadini tra i 16 ed i 18 anni che hanno ottenuto l’autorizzazione del Tribunale dei minori.

I matrimoni civili sono celebrati dall'Ufficiale dello Stato Civile (Sindaco o suo delegato) e possono essere celebrati presso:

  • Sala di Rappresentanza Palazzo di Città  - piazza Ignazio Ciaia;
  • Il Minareto – Selva di Fasano;
  • Il Faro – Torre Canne;
  • Sala Circoscrizionale di Pezze di Greco e Montalbano;
  • Ufficio di stato civile;
  • Chiostro Minori Osservanti.                                                                         

La data e l’orario viene concordato con l´Ufficiale dello Stato Civile a seconda delle disponibilità.

Al matrimonio con rito civile dovranno essere presenti due testimoni maggiorenni.

Luoghi di celebrazione “fuori dalla casa comunale”

Il Comune di Fasano, si caratterizza quale località turistica tra il mare e le colline circostanti che le forniscono una particolare bellezza paesaggistica oltre alla presenza, sul territorio di numerose Masserie, tipiche costruzioni dal valore artistico e storico che svolgono ricezione turistica ad alti livelli.

L'evoluzione del rito matrimoniale ha oggi determinato una partecipazione maggiormente attiva allo stesso, tanto che sempre più di frequente i nubendi manifestano all'Ufficiale di Stato Civile il desiderio di svolgere il rito in un contesto che, pur mantenendo la propria istituzionalità, possa essere ancora più suggestivo e piacevole se collocato in un contesto naturale e artistico culturale.

Il Comune di Fasano, pertanto per venire in contro a queste nuove esigenze offre alla cittadinanza la possibilità di scegliere un luogo di celebrazione differente rispetto alla casa comunale che possa esaltare l'aspetto festoso della celebrazione nuziale.

Pertanto I privati o società che dispongono di luoghi particolarmente caratteristici come sopra descritto possono rivolgere istanza al Comune affinchè siano inseriti in apposito elenco di sedi per la celebrazione dei matrimoni civili fuori dalla sede comunale, accedendo al seguente link:

https://trasparenza-fasano.nuvolapalitalsoft.it/?page_id=753&voceamt=193&dettaglio=7345

Ad oggi le strutture ricettive che sono idonee ed autorizzate a celebrare matrimoni civili e unioni civili sono le seguenti:

- Borgo Egnazia - Savelletri di Fasano

- Masseria Sant'Angelo de Graecis Abbazia di San Lorenzo - Fasano

- Masseria La Macina - Fasano

- Masseria Torre Coccaro - Savelletri di Fasano

- Masseria Don Luigi - Savelletri di Fasano

- B&B Masseria Fragnale - Fasano

- Masseria Torre Maizza - Savelletri di Fasano

- Masseria Casale del Murgese - Savelletri di Fasano

- Azienda Agrituristica Anticalama - località Torre Spaccata di Fasano

- Masseria Mozzone - Montalbano di Fasano

- Masseria Torremossa - Savelletri di Fasano

- Masseria Alchimia - Fasano

- Masseria Calderisi - Savelletri di Fasano.

- Masseria Villa Verde - Fasano.

- Masseria Ancella - Montalbano di Fasano.

- Masseria San Giovanni - Montalbano di Fasano.

- Masseria Salamina - Pezze di Greco.

- Masseria Montenapoleone - Pozzo Faceto.

 

Per informazioni sulle tariffe rivolgersi all'Ufficio di stato civile ai seguenti numeri:

- Eugenia Ditano tel 0804394252

- Isabella Tedesco tel. 0804394253

 

 


Inserito il 30/08/2013 da italsoft ed aggiornato al 17/06/2022 da avinci
Periodo di pubblicazione dal 30/08/2013 al 31/12/2099

torna all'inizio del contenuto